Acqua Di Vagno

Chi siamo

Quando c’è bisogno di un intervento sull’impianto idro sanitario nella tua struttura?

Adesso che hai già letto “Valutazione del Rischio” e “Gestione del Rischio” (… e se non lo hai fatto ti consigliamo di leggerli!), vediamo insieme quali sono LE CONDIZIONI PRINCIPALI affinché ci sia bisogno di un intervento sull’impianto idro sanitario nella tua struttura.

Per fare ciò ci viene in aiuto La Tabella 6 presente nelle☛LEGIONELLA Linee Guida ISS a pag. 36.

Ovviamente, prima di fare ciò devi aver capito, con un tecnico di tua fiducia, quali sono i punti di potenziale contaminazione, da cui poi, avrai campionato dell’acqua e fatta analizzare da un laboratorio accreditato.

Dalla tabella si vede subito che ci sono 4 casi differenti che sono determinati dalla “quantità” di colonie batteriche presenti misurati in UFC/L ossia (Unità Formanti Colonia/ Litro).

Se invece hai già le analisi sottomano, ma nessuno ti ha spiegato come sta la situazione allora continua a leggere.

1 – se il valore è sino a 100 UFC/L: vuol dire che il tuo impianto è “pulito”, devi solo monitorarlo ed evitare possibili fonti di contaminazione, quindi devi accertarti che ci siano delle “corrette pratiche di controllo del rischio”, sostanzialmente devi analizzare l’acqua periodicamente;

2 – se il valore è compreso tra 101 e 1.000 UFC/L: vuol dire che il tuo impianto ha una LIEVE contaminazione, cosa fare: SANIFICARE l’impianto idrico, in particolare modo la parte di Acqua calda sanitaria e ri-analizzare l’acqua , successivamente accertarsi che la tua struttura abbia un piano di “Valutazione e Gestione del rischio”, se non ci fosse, bisognerebbe crearlo;

3 – se il valore è compreso tra 1.001 e 10.000 UFC/L: vuol dire che il tuo impianto ha una IMPORTANTE contaminazione, cosa fare : SANIFICARE immediatamente l’impianto idrico in particolare modo la parte di Acqua calda sanitaria, ri-analizzare l’acqua e rivedere il piano di “Valutazione e Gestione del rischio” ;

4 – se il valore è superiore a 10.001 UFC/L: vuol dire che il tuo impianto ha una SERIA contaminazione, cosa fare: SANIFICARE immediatamente l’impianto idrico in particolare modo la parte di Acqua calda sanitaria, SOSTITUIRE  i terminali risultati positivi, ri-analizzare l’acqua dai terminali risultati positivi e rivedere il piano di “Valutazione e Gestione del rischio” .

Cosa vuol dire tutto questo? 

Che bisogna controllare l’acqua ed i punti di potenziale sviluppo e contaminazione dell’impianto in maniera periodica e costante, annotando tutti gli interventi e le analisi nell’apposito piano di “Valutazione e Gestione del rischio” .

Cosa bisogna fare a questo punto?

Secondo noi in qualsiasi caso di contaminazione superiore ai 100 UFC/L bisogna intervenire subito  per limitare e contenere la contaminazione (un po’ come funziona l’antibiotico per noi esseri umani) se veramente tieni a cuore la salute dei tuoi ospiti e dei tuo collaboratori, non perché sia un obbligo legislativo o normativo, ma perché l’etica, il buon senso e la coscienza sono alla base di qualsiasi lavoro.

Valutare un sistema di trattamento acqua che semplifichi tutta questa procedura è una soluzione da prendere in considerazione, perché garantirebbe tutta una serie di controlli molto più dettagliati.

Adesso che la situazione è (molto probabilmente) più chiara hai 2 possibilità:

1 – continui a leggere gli articoli successivi su come intervenire praticamente sull’impianto “Legionella: ma lo shock termico è sufficiente?

2- semplifichi tutto e ci contatti per la tua consulenza ed analisi gratuita.

Ti aspettiamo.

P.S. Continua a seguirci e condividi liberamente ogni singolo articolo che trovi interessante. Perché sapere è un dovere!


PROVA LA NOSTRA ACQUA, ISCRIVITI ORA E RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA CARD E 50 LT DI ACQUA

    [cf7ic "toggle"]

    (Potrai cancellarli o chiederne una copia facendo esplicita richiesta a privacy@acquadivagno.com)

    * campi obbligatori

    September 27, 2019
    × Available on SundayMondayTuesdayWednesdayThursdayFridaySaturday